“A causare il Covid-19 non è un virus, ma il modo di pensare”: cosa crede una no-mask
Quali convinzioni spingono alcune persone a rifiutare di proteggersi? Abbiamo intervistato una biologa ricercatrice che non si fida degli studi scientifici

di ALINE CAMPONOVO

La pandemia di Covid-19 solleva ancora tante domande, e c’è chi rifiuta anche le risposte supportate da un gran numero di studi scientifici

In un momento dove l’epidemia di Covid-19 torna ad intensificarsi, saturando i reparti di  terapia intensiva degli ospedali, il dibattito riguardo alle misure da prendere si fa sempre più acceso. Alcuni cittadini contestano perfino il fatto che a trasmettere la malattia sia un…
Read More →

« La poesia è insieme segreto e rivelazione »
Intervista a Antonio Cutruzzolà, autore esordiente della raccolta "Il filo d'argento"

di TONY CAPUANO

Mi sono innamorato tre volte. La prima, a 6 anni. Ricordo con esattezza quei sentimenti : sollievo, gioia, angoscia e felicità si mescolavano nella mia mente. Era tutto così intenso e così nuovo. Poi, col passare degli anni, mi sono innamorato altre due volte. Solo due, credo. Ma l’amore è un concetto poliedrico e troppo individuale perché possa affermarlo con certezza. L’individualità…
Read More →

Un tuffo nel passato con David Lynch
In attesa della serie tv "Wisteria" si può riscoprire "Cuore selvaggio": un cult girato esattamente trenta anni fa

di AURA GIANOLA

In attesa di Wisteria, la nuova serie tv che David Lynch ha finalmente confermato che sta realizzando per Netflix, e che non arriverà prima dell’anno prossimo, si può riscoprire un classico come Wild at heart, girato esattamente trenta anni fa. È la storia di una coppia, composta da Selly Ripley (Nicolas Cage) e Lula Fortune (Laura Dern), il cui…
Read More →

Il professore oltre lo schermo
Cosa significa insegnare a studenti smaterializzati? L'esperienza di Massimo Lolli, docente di latino e greco, durante il lockdown

Massimo Lolli

DI NOAH MARIONI

In questo difficile periodo si è tanto parlato dell’insegnamento telematico dal punto di vista degli allievi, ma molto meno dal punto di vista del docente. Abbiamo dunque raccolto la testimonianza di Massimo Lolli, filologo classico, professore di latino e greco al Liceo di Locarno.

Come sta
vivendo personalmente questo momento?

Inizialmente non mi ero preoccupato granché, ma col tempo qualche momento di irrazionalità…
Read More →

In una bambina smarrita la metafora di un’Italia perduta
È un Paese devastato e devastante quello in cui si muovono i personaggi dell'ultimo romanzo della tetralogia dell'"Amica geniale", di Elena Ferrante

di MADDALENA MUSCIONICO

Elena Ferrante, con Storia della bambina perduta, quarto libro della tetralogia L’amica geniale, ci lascia ancora una volta la testa colma di pensieri. Nell’ultimo volume della saga. l’autrice affronta la maturità e vecchiaia (temi in cui romanzo viene bipartito, attraverso due soli grandi capitoli), delle due protagoniste partenopee: Lenù e Lila.

Le due amiche ormai adulte, come al solito un po’ insieme un po’ divise,…
Read More →

Una ragazza in lotta nel violento Mendrisiotto del ‘600
Intervista a Carlo Silini sui suoi due romanzi che narrano, tra fantasia e realtà, di un'inquieta popolana che cerca di sopravvivere alle angherie di un signorotto

di ASIA DELLA BRUNA

Giornalista e caporedattore del Corriere del Ticino, vincitore nel 2015 e nel 2017 dello Swiss press award, il più importante premio svizzero di giornalismo, Carlo Silini è anche autore di due romanzi storici, entrambi ambientati in un oscuro e violento Mendrisiotto del Seicento. Nel 2015 ha, infatti, pubblicato per Gabriele Capelli Editore il libro Il ladro di ragazze a cui ha fatto…
Read More →

L’ultimo viaggio della « bambina delle rondini »
Romina Casagrande racconta la storia di due ragazzini della Val Venosta che, come tanti, venivano venduti in Germania per lavorare come braccianti

di ASIA DELLA BRUNA

Come le rondini, partivano in primavera e tornavano in autunno. Lasciavano Val Venosta, quasi al confine con l’Austria, per raggiungere la Svevia, appena entrati in Germania: questo era il viaggio che ogni anno “i bambini delle rondini » compivano. Dal 1700 fino alla Seconda guerra mondiale, i bambini che avevano la sfortuna di essere nati in una delle zone più povere dell’Alto Adige…
Read More →

Le Ligon: da futurismo urbanistico a città della segregazione, e viceversa
Viaggio nel complesso abitativo alle porte di Ginevra che conta quasi diecimila abitanti in un unico, gigantesco, palazzo

di RAFFAELE PEDRAZZINI

Una leggera nebbia di un mattino di novembre nasconde il grande complesso abitativo Le Lignon dalla collina di Vernier, nel retroterra ginevrino. La Route du Bois-des-Frères è chiusa per lavori e l’opzione più veloce per avvicinarsi a questa piccola cittadina costruita negli anni ’60 e che conta quasi diecimila abitanti, è dal parco di betulle lungo le rive del Rodano.

Una strada in terra…
Read More →

In Ticino i giovani sono sempre più violenti
I reati contro l’integrità personale sono in netta crescita rispetto a dieci anni fa e legati a episodi di grande aggressività

di SONIA GLAUSER

Il sergente maggiore capo Arno Ceschi

Il rendiconto del magistrato dei minori (Reto Medici, 2020) ha evidenziato come anche la piccola realtà del Canton Ticino presenti preoccupanti fenomeni di violenza giovanile in aumento: infatti, nel 2019 sono stati aperti 1’101 procedimenti nei confronti di minorenni, valore che si allontana dagli 895 registrati nel 2011. Più precisamente, per quanto riguarda i reati contro…
Read More →

Violazioni dei diritti umani in vista delle elezioni a Myanmar: la denuncia dell’Onu

di EMMA BUTTI

Giovani monaci buddisti a Myanmar (credit: UN Photo/Giuseppe Bizzarri )

Il governo di Myanmar sta rendendo sempre più difficile alle minoranze presenti nel Paese di partecipare alle elezioni che avranno luogo domani. Lo ha riferito la portavoce dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, Ravina Shamdasani, durante la conferenza stampa bisettimanale dell’Onu che si è tenuta il 27 ottobre scorso a…
Read More →

L’appello dell’Onu: gravemente malnutrito il 40% degli yemeniti
Centomila bambini con meno di cinque anni rischiano di morire di fame

Approvvigionamento d'acqua in Yemen in una foto d'archivio delle Nazioni Unite

L’approvvigionamento d’acqua (in una foto dell’archivio Onu) è uno dei gravi problemi che devono affrontare gli yementi

di SONIA GLAUSER

« Entro la fine del 2020, il 40% della popolazione del Sud dello Yemen sarà gravemente malnutrita”. Lo ha affermato martedì 27 ottobre Tomson Phiri, portavoce del Programma alimentare mondiale (Pam, o Wfp), alla conferenza bisettimanale delle Nazioni Unite di Ginevra, citando un rapporto che riguarda solo…
Read More →

Come fa il colibrì, vivere è sbattere le ali cercando di star fermi
Vincitore del premio Strega, l'ultimo romanzo di Sandro Veronesi è una straordinaria storia di esistenze ordinarie.

di LEA CONCONI

Marco Carrera, il colibrì della storia omonima, è il figlio, il giocatore d’azzardo, il marito, l’amante platonico, il cuore spezzato, il genitore e poi lo shakul, il nonno dell’Uomo nuovo, che poi è una donna. Come questo uccello batte le ali continuamente, facendo una fatica immane soltanto per restare fermo.

Sandro Veronesi nel Colibrì, vincitore del premio Strega 2020, magistralmente racconta…
Read More →

Una mostra celebrerà i 150 anni della comunità italiana di Losanna
Laurent Golay, direttore del museo di Storia della città, la racconta in anteprima

Migranti italiani alla stazione di Briga, 1956.

di REBECCA ONESTI

Dal 1918 il Musée Historique de Lausanne ha come obbiettivo la valorizzazione del patrimonio culturale, storico e sociale della città di Losanna. Il prossimo progetto espositivo tratterà, per la prima volta, una tematica che tocca molti di noi: 150 ans de présence italienne à Lausanne. Questa mostra consacrata all’immigrazione italiana analizzerà la storia di una grande comunità e i segni…
Read More →